Movimento per l'adozione ambientale della laguna davanti San Giuliano      

 home CVC  >  Laguna e città

1980: I Glenans sbarcano in laguna 
Dai "Quaderni del Sile" l'articolo che 30 anni fa diede avvio alla "rivoluzionaria" voglia di esplorare - a vela - la Laguna di Venezia. 1a parte: Dall'ospitalità dei "Canottieri Mestre" al "grande cuore veneziano" del Diporto Velico Veneziano.    


Se pensiamo che Venezia e la sua laguna sono state elevate al rango di "Patrimonio dell'Umanità" solo nel 1987, ben si può comprendere il valore "anticipatorio" dell'articolo in questione (1980), e apprezzare la portata innovativa di quel gironzolare a vela in una sterminata, intricatissima e semisconosciuta distesa d'acqua.
Ne erano protagonisti i ragazzi italiani che all'epoca, per conoscere l'arte della vela, erano approdati alla scuola dei Glenans, in Francia, al largo della Bretagna. Sul finire degli anni '70 erano talmente numerosi da decidere di ricercare anche nel loro Bel Paese un contesto acqueo di pari valore e tradizione marinaresca.

«Nel 1980 e ’81 [i Glenans] erano a San Giuliano per saggiare il luogo, ospiti della Società Canottieri Mestre; vi ritornarono nell'82 per il primo corso sperimentale con allievi: base nell’ex Colonia Elioterapica e campeggio nautico in giro per la laguna. Ad aiutarli fra ghebi e barene lo scout lagunare Roberto Naccari , ad ammirarli e conoscerli i soci fondatori del Circolo Arci Vela G. Casanova , da un anno insediati nell’ex Colonia di San Giuliano. 
I Quaderni del Sile19 ne immortalarono la rivoluzionaria proposta formativa, con l’invito, a fine articolo, a non perdere le «…cromatiche vele dei topi [che] si fondono per cinque occasioni all’anno, in stupende regate per acque interne.»

Furono questi venti di cultura e tradizione che qualche anno dopo spinsero i giovani casanoviani autori di “Soravento” all’acquisizione di una sanpierota a l terzo, mentre i topanti di Sant’Elena si costituivano nel 1988 in Associazione Vela al terzo di Venezia”»                           [Tratto dall'ediz. 2008 di "Vela al Terzo a Venezia]  

Nota 19 “Quaderni del Sile
prima rivista italiana che si occupò di fiumi e acque interne anche sotto l’aspetto sociale e formativo. Pubblicata a partire dal mese di maggio 1978, ideata dallo scrittore Cino Boccazzi e successivamente diretta da Alberto Passi.

Nel primo numero del 1982 si legge «A Venezia i Glénans vogliono rilanciare l'interesse per le lagune, i canali navigabili, le barene, le valli da pesca, nella convinzione che Venezia non può lasciar degradare l'ambiente che la circonda senza perdere una parte essenziale della sua identità». La volontà insomma, é quella di favorire la diffusione della vela, non fine a se stessa, ma sulle premesse di quanto già fatto in Francia e altrove, aperta a tutti, ma specialmente ai veneziani, con particolare attenzione alla cultura lagunare, l'abbinamento alla voga veneta e l'utilizzo di imbarcazioni tipiche.

La pubblicazione cessò nel settembre 1983.

   
   
"Quaderni del Sile" n. 7 Luglio-Settembre 1980 pp. 46-47
   

 


1988: I Glenans Italia lasciano la laguna
   
1982: 1° Corso Glenans in  laguna


1980: I Glenans sbarcano in laguna

                                                                           byRevi 14.12.2009